• icona rss
immagine-1

A QUALCUNO PIACE CARDIO

Ia CONVENTION DELLE UTIC DEL PIEMONTE E VALLE D’AOSTA

Scarica la brochure 2012

Il 28 settembre 2012 si è tenuta a Torino la prima Convention delle UTIC del Piemonte e della Valle d’Aosta. Il 95 % delle UTIC era rappresentata sia da cardiologi che da infermieri, la partecipazione ed il livello di soddisfazione per la giornata sono stati molto elevati.
I punti salienti sono stati:

1) la diffusione dei dati epidemiologici comparati tra gli studi osservazionali sulle sindromi coronariche acute negli anni 2005 – 2012 Studi PRIMA, PRIMA SWEET ed i recenti dati FAST STEMI derivanti dall’attivazione nel 2012 della RETE per l’infarto a ST sopraslivellato. Sono stati ridiscussi e condivisi gli aspetti principali relativi alla trasmissione dell’ ECG, alla raccolta dei dati da parte del 118, dei laboratori di emodinamica e delle UTIC. Alla tavola rotonda erano presenti non solo i cardiologi ma anche i medici d’urgenza, i rappresentati del 118 e il decisore pubblico regionale del’Assessorato alla Sanità;
2) è stata sottolineata la nuova epidemiologia dei ricoveri nelle UTIC Italiane e piemontesi (dati Blitz

3) e la necessità di una nuova figura di cardiologo intensivista che sia in grado di gestire al meglio la complessità dei pazienti. Conseguentemente si è affrontato il problema della Clinical Competence del cardiologo operante in Utic, commentato il lavoro svolto a livello dell’ ANMCO dall’ area Emergenza Urgenza e a livello della Società Europea di Cardiologia (ESC) dal working group ACC (acute cardiac care).
Sono successivamente stati trattati argomenti specifici relativi alle nuove terapie antitrombotiche alla luce delle più recenti Linee Guida, alle nuove frontiere del trattamento degli STEMI (cellule staminali, ciclosporina C).
Nel pomeriggio sono stati affrontati argomenti relativi alla scompenso cardiaco acuto e le aritmie complesse sia sul versante prettamente sanitario che su quello organizzativo.
È stata posta l’attenzione ai livelli assistenziali ed alla competenza in rapporto alla tipologia dell’ospedale (centri Hun e Spoke) sia nella sessione medica che infermieristica.
Parallelamente in mattinata si è svolta la sessione infermieristica che ha trattato sia problemi di assistenza sanitaria-counselling che aspetti gestionali organizzativi.
L’aspetto saliente emerso alla fine della giornata di lavoro  è stata la soddisfazione per il momento di confronto relativo alla pratica quotidiana del nostro lavoro,  è stato constatato che i problemi affrontati sono comuni e le risposte individuali sono rafforzate dal confronto con gli altri che terapie percorsi e gestione globale della malattia devono essere condivisi, ed in ultimo che in un momento in cui la Sanità spesso  è in difficoltà a dare risposte ai cittadini relative alla tutela della salute, una riflessione comune sui livelli minimi di assistenza senza perdere l’entusiasmo della continua crescita nel settore dell’avanzamento tecnologico e della ricerca clinica e scientifica è indispensabile.

Pubblicato in: Eventi |
© 2013 A qualcuno piace cardio - Torino - realizzazione siti web Web Evolutions & Dream